Inaugurazione della Chiesa di Scientology di Harlem
PUBBLICATO DALLA
Chiesa di Scientology
dal 1968
CONDIVIDI

31 luglio 2016 Harlem

di

Acclamata come “centro di speranza”, la Chiesa di Scientology e Centro Comunitario celebra lo spirito che ha permeato il paesaggio culturale della storia americana.

Harlem è… così tanto. Per molti di coloro che dovettero farsi strada a gomitate per immergersi nel Sogno Americano, Harlem rappresentava praticamente tutto, il buono e il cattivo, ma sempre con soul e rhythm. Langston Hughes, il santo-poeta del Rinascimento di Harlem degli anni Trenta, ne ha catturato lo spirito con queste parole: “Sentirete i loro piedi / che battono e battono un… / pensate / è un ritmo felice?”.

C’è stato un ritmo felice ad Harlem all’ultimo giorno di luglio del 2016. Scientology, la religione che eleva l’animo e ricostruisce società, era impegnata nell’apertura di due nuovi edifici, una Chiesa e un Centro Comunitario nel cuore dell’Harlem spagnola. Minuziosamente ristrutturata e arredata, non solo a scopo estetico, ma affinché chiunque a Harlem, di ogni razza e religione, possa avere un luogo di ritrovo – un quartier generale, per così dire – per invertire l’orrendo declino della civiltà.

Il reverendo Johnny Ray Youngblood, magnanimo pilastro della rinascita di Harlem – predicatore dei predicatori presso la venerabile Chiesa Battista Monte Pisgah e vero amico della Chiesa di Scientology – ha detto alla gente che cosa aspettarsi da questa nuova Chiesa e Centro di Comunità: “Gli Scientologist si adoperano per aiutare persone i cui volti non hanno mai visto, nei cui occhi forse non guarderanno mai e i cui nomi non conosceranno mai. Dunque ammirate questa [Chiesa] fiorita dinnanzi a noi. Che possa essere un potente faro per la gente di Harlem”.

Chiesa di Scientology di Harlem che dà un tour alla Polizia di New York e leader della comunità Grandi della musica: Chick Corea (al piano) e Stanley Clarke (al basso)
Incessante vita Tour della polizia e leader comunitari di New York (in alto); grandi della musica Chick Corea (al piano) e Stanley Clarke (al basso); giovani delegati (sotto) da 41 nazioni partecipano a un open day sui diritti umani.
Open day sul tema dei diritti umani

Invitando Scientologist e amici a impegnarsi in una vera e propria crociata per porre fine alla corruzione e al declino della società, il leader di Scientology David Miscavige ha invocato le parole del Fondatore, L. Ron Hubbard, che visse a New York negli anni Trenta e tornò nella Grande Mela durante la metà degli anni Settanta per condurre una ricerca sociologica: “Era quando e dove LRH perfezionò le sue tecnologie per il salvataggio umano e di cui scrisse: ‘Molte risposte della vita sono qui e sono lì per l’Uomo da usare’. E questo è ciò che il nostro nuovo Centro Comunitario rappresenta. Non è semplicemente un’offerta di aiuto, ma piuttosto, il nostro diritto e dovere di aiutare”.

La Chiesa di Harlem di 6200 metri quadrati è stata specificamente progettata per garantire un flusso efficiente nella struttura e nelle aree di studio. I visitatori vengono accolti in un Centro Informativo per il Pubblico, che mostra tramite filmati e pannelli le credenze della religione, i programmi che vengono attuati nella comunità e la biografia di L. Ron Hubbard. Il Centro Comunitario dispone anche di sale riunioni, zone conversazione, aule per lo studio e un caffè.

Dal momento in cui è stato tagliato il nastro inaugurale, aprendo così la Chiesa e il Centro Comunitario, c’è stato un costante andirivieni. Il deputato Charles Rangel ha messo a verbale una proclamazione ufficiale nel Registro Congressuale, dichiarando il giorno dell’inaugurazione, 31 luglio 2016, Giorno di Scientology ad Harlem.

I visitatori esplorano le credenze e le pratiche di Scientology
Apprendimento Visitatori esplorano le credenze e le pratiche di Scientology (sopra); tutorato presso il Centro Comunitario (sotto); Scientologist fanno corsi della religione (in fondo).

Tra i primi a rendersi partecipi alle iniziative comunitarie dell’attiva nuova Chiesa sono stati il pastore Mary White, che portò la sua congregazione cristiana ai Servizi Domenicali, e il reverendo Susana Bastarrica, fondatrice di “The Vigil 4 Peace & Ecology” che ha fatto riunire la comunità per celebrare la Giornata Internazionale della Pace.

Le iniziative comunitarie si sono estese al campo dell’arte, quando una banda mariachi dall’Harlem spagnola ha utilizzato una sala del Centro Comunitario per le prove. Poco dopo, in un evento presenziato da una vasta ed eterogenea rappresentativa comunitaria, il cantante Rappin’ Tate ha portato il suo “Hip Hop to Hip Hope” alla 125ª Strada.

Vertici sul tema dei diritti umani; campagne antidroga; spargere la voce sugli abusi psichiatrici; celebrare il retaggio jazzistico di Harlem: tutto questo e altro è rientrato nel fitto calendario dei primi mesi di esistenza della Chiesa Ideale e Centro Comunitario di Harlem. Un numero senza pari di persone sta prendendo parte ai servizi spirituali e ai corsi di Scientology, gruppi di ragazzi e ragazzini stanno edificando la propria vita nelle classi di tutorato presso il Centro Comunitario.

La nuova Chiesa Ideale e Centro Comunitario di Harlem hanno fatto scoccare la scintilla per accendere di nuovo questo fiero quartiere storico che aveva smesso di ardere da troppo a lungo. E come ha detto il sig. Miscavige all’inaugurazione: “Vi basta poggiare l’orecchio a terra per sentirlo pulsare, e ascoltare il suo riverbero incessante:

Harlem!

Harlem!

Harlem!”

Chiesa di Scientology di Harlem
DUE PER UNOQuando la Chiesa ha pianificato la sua nuova struttura ad Harlem, ha aggiunto un Centro Comunitario dove attivisti dei diritti civili possono collaborare sul tema del miglioramento sociale.